Ultimi post

Post popolari

Si chiamano “Amunì” i gioielli made in Sicily...

Una collezione di gioielli made in Sicily che tra poco esploderà nel mercato. Gli acquirenti saranno coloro che puntano alla stravaganza ed alla particolarità, per non passare inosservati.

Bracciale in cuoio intrecciato e medaglia - Dettaglio Ruota

Si chiama “Amunì”,“Andiamo” in dialetto siciliano; è una linea il cui design è fortemente legato all’immagine e agli oggetti simbolo della Sicilia. Orecchini, bracciali, pendenti, anelli, tutti realizzati in argento con bagno galvanico a spessore in oro giallo e pietre semi preziose che si richiamano alla tradizione e al folklore dell’isola. Simboli della Sicilia che ne hanno fatto davvero la storia e sono riconoscibili in ogni parte del mondo, come ad esempio il carretto siciliano, il fico d’india, e l’asinello, tutti simboli della Sicilia.

Orecchini sagome piccole - Vari soggetti

Protagonisti di questa straordinaria idea sono due menti e mani siciliane già note nel settore della gioielleria, Maria Pia Nasta e Silvana Sansone. E una scelta - spiegano le due artiste in un’intervista realizzata da strattoweb - dettata dal desiderio di confrontarsi con un mercato diverso e stimolante, iniziando dal territorio nazionale per poi magari aprirsi anche all’estero. Il sito è il trampolino di lancio per aprirsi a nuovi orizzonti professionali, una sfida assolutamente in linea con le tendenze di un mercato sempre più globale. Tanto è vero che dopo solo pochi giorni sono arrivate le prime richieste da gioiellerie italiane che chiedono di diventare rivenditori del marchio“.

di Redazione per Sicilialive 24

16 Dicembre 2014

Mi piace

Lascia un commento

Entra per postare commenti